Ultime notizie
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Progetto autismo è un contenitore di informazioni utili per l'autismo.
Informazioni, materiale educativo e didattico.
Facciamo presente che non siamo un'associazione, né, purtroppo, possiamo fornire lavoro.
Ma certamente troverete qui notizie verificate e certe e tanti spunti per i nostri figli. Dio vi benedica.

bimbo_che_gioca.jpg
Si inaugura oggi il Centro per la diagnosi, la cura e lo studio dei disturbi della comunicazione e della socializzazione dell’Azienda Usl di Parma, attivo da lunedì 17 gennaio.
La struttura, di proprietà dell’Usl, è stata oggetto di interventi di recupero e riqualificazione funzionale, terminati nell’autunno scorso.
L’esecuzione dei lavori ha richiesto un costo complessivo di circa 500.000 euro, di cui 250.000 euro a carico del Comune di Parma, grazie ad una donazione del Dott. Emisardo Adami e l’altra metà a carico dell’Azienda Usl.
La realizzazione del Centro è stata possibile grazie al Protocollo d’intesa sottoscritto nell’ottobre 2009 da Comune di Parma e Ausl per potenziare, coordinare e integrare le rispettive attività e servizi in ambito sanitario e sociale, con l’obiettivo di migliorare la loro fruizione da parte dei cittadini, dando seguito agli accordi siglati tra i due Enti negli anni precedenti. 
In seguito, l’Azienda Usl e l’Agenzia Politiche a favore dei disabili del Comune di Parma hanno costituito un gruppo di lavoro, composto da professionisti dell’Ausl, della stessa Agenzia, del Dipartimento di neuroscienze dell’Università di Parma, dell’Ufficio scolastico provinciale e dei rappresentanti dei genitori e delle loro associazioni, per lo sviluppo del progetto del Centro.
Tra i disturbi della comunicazione e socializzazione, l'autismo viene considerato dalla comunità scientifica internazionale un disturbo pervasivo dello sviluppo che si manifesta entro il terzo anno di età con gravi deficit nelle aree della comunicazione, dell’interazione sociale, dell’immaginazione e con problemi di comportamento, pur accompagnandosi a un aspetto fisico normale; perdura per tutta la vita.
A causa della patologia, le persone “autistiche” incontrano gravi difficoltà e limitazioni nell'adattamento sia in ambito familiare che sociale e scolastico.
Il sindaco Pietro Vignali ha parlato di “un centro di enorme importanza che vuole dare una risposta a una malattia difficile nella diagnosi e nella cura, ma che soprattutto vuole mettere in rete tutti i soggetti che si occupano di questo problema, una rete che va costruita attorno alle famiglie”.
Il responsabile dell’Agenzia Disabili e assessore ai Servizi educativi Giovanni Paolo Bernini ha ricordato Emisardo Adami, il benefattore grazie al quale è stata possibile la realizzazione, e il fatto che l’Agenzia ha a carico 39 bambini autistici. “Questo Centro è dedicato alla cura e all’incontro tra le famiglie, che altrimenti potrebbero rischiare l’isolamento all’interno del contesto sociale. È stato fondamentale coinvolgere l’Ufficio Scolastico provinciale, perché è a scuola che i bambini manifestano le prime problematiche”.  
Il direttore generale dell’Ausl di Parma Massimo Fabi: “Questa realizzazione è un’unione di intelligenze che scaturisce da un accordo con il Comune di Parma per potenziare i servizi in ambito sanitario e sociale. Il Centro dà una risposta diretta ai bambini, attraverso l’accoglienza, e indiretta nei confronti di chi ha un contatto con questo problema: la scuola, l’associazionismo ecc. Infine, un grazie ai nostri tecnici, perché se questo Centro è stato realizzato in quattordici mesi vuol dire che sono stati davvero bravi”.
bimbo.jpgIl presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli: “La realizzazione è stata programmata nell’ambito della Conferenza territoriale sociale e sanitaria e dimostra come dal basso si possano capire i bisogni delle persone e organizzare le risposte”.
Durante l’inaugurazione sono stai letti i messaggi inviati dal ministro del Lavoro e Politiche sociali Maurizio Sacconi, il quale ha ricordato come le persone affette d’autismo per poter realizzare il processo di integrazione sociale “esigono il massimo sostegno e l’intervento da parte delle istituzioni e della comunità”, e del presidente della Camera Gianfranco Fini che ha sottolineato come sia “necessario che le istituzioni e la società civile rafforzino il loro impegno per eliminare ogni forma di esclusione delle diversità, assicurando nelle persone disabili uguali opportunità”.
L’Agenzia Politiche a favore dei Disabili, in questi anni, ha garantito un affiancamento e un sostegno alle famiglie con bambini autistici, favorendo nelle scuole la continuità negli anni dell’educatore socio assistenziale, per offrire sicurezza e stabilità al bambino nel contesto scolastico; sono stati proposti anche corsi di formazione specifici agli educatori per dar loro gli strumenti adeguati per un corretto sostegno.
Attualmente il servizio segue circa 35/40 bambini con autismo.
Anche l’impegno dell’Ufficio scolastico provinciale è stato costante all’interno del citato gruppo di lavoro che ha elaborato il progetto oggi realizzato, come è stato fondamentale il contributo dei famigliari e delle loro associazioni nel formulare in quella sede proposte di interventi di miglioramento. La scuola infatti su queste tematiche è ambito di prioritario intervento informativo, formativo e di consulenza esperta verso personale docente e non docente.
Il Centro. Il Centro è un luogo di diagnosi, terapia e riabilitazione, di incontro, di formazione e di ricerca. Un luogo per tutte le famiglie e le diverse associazioni che nel territorio si occupano di autismo, per promuovere e realizzare una presa in carico globale della persona e delle famiglie, un luogo di coordinamento tra Azienda Usl, Comune di Parma, Università degli Studi di Parma e Ufficio Scolastico Provinciale.
L’obiettivo fondamentale delle attività del Centro è quello di raggiungere una diagnosi corretta e fornire ai pazienti, di età compresa tra i primi anni di vita e l’età adolescenziale-adulta, le competenze riabilitative necessarie e a sviluppare un progetto riabilitativo globale volto alla massima autonomia nella vita personale e sociale, evitando agli utenti la dispersione e la disomogeneità degli interventi. 
Nel Centro torva sede operativa il Team provinciale per i disturbi dello spettro autistico dell’Azienda Usl, composto da professionisti dell’Unità operativa complessa di Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza dei Dipartimento assistenziale integrato salute mentale-Dip.Patologiche. Il Team è riferimento tecnico provinciale di diagnosi, cura e controllo periodico delle situazioni in carico. 
All’interno del Centro, trova occasione di sviluppo e integrazione con i servizi territoriali l’attività di ricerca-azione del Dipartimento di neuroscienze dell’Università di Parma, diretto dal prof.Rizzolatti, rivolto allo studio dello sviluppo motorio e linguistico dei bambini con disturbi dello spettro autistico.
Organizzazione degli spazi e attività. Per ciascuna fascia d'età sono previsti spazi di lavoro individuale e di gruppo (strutturati e non) e laboratori. In particolare è disponibile una cucina e una stanza relax fornita di letto, per promuovere abilità domestiche e di autonomia personale. Questa la suddivisione degli ambienti: locali per le attività rivolte a bambini in età prescolare debitamente attrezzati relativamente all'età e alla patologia; locali per le attività rivolte a bambini in età di scolarità primaria e spazi per il lavoro con gli adolescenti, forniti dei materiali e delle strumentazioni necessari allo sviluppo delle funzioni deficitarie; laboratori; una cucina-laboratorio; una stanza relax, e ambulatori medici. Sono disponibili  specchi unidirezionali e un sistema di video registrazione con telecamera. Anche gli spazi comuni sono debitamente attrezzati e organizzati per rispondere alle esigenze dei pazienti autistici. Gli spazi esterni sono ugualmente divisi e strutturati per le diverse fasce d'età.
Orari di apertura del Centro. Lunedì, mercoledì e giovedì dalle 8.30 alle 13.30 e dalle 14 alle 18; martedì e venerdì dalle 8.30 alle 14. 
I minori in carico ai Servizi di Neuropsichiatria Infantile e Adolescenza dell’AUSL affetti da disturbi dello spettro autistico sono, nel Distretto di Parma (dati al 30/11/2010) n. 67, di cui 14 con 0-6 anni, 29 con 7-11 anni, 24 con 12-18 anni; negli altri Distretti, (dati al 31/12/2009), n. 132.  

   http://www.comune.parma.it - 23 dicembre 2010