Ultime notizie
Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Progetto autismo è un contenitore di informazioni utili per l'autismo.
Informazioni, materiale educativo e didattico.
Facciamo presente che non siamo un'associazione, né, purtroppo, possiamo fornire lavoro.
Ma certamente troverete qui notizie verificate e certe e tanti spunti per i nostri figli. Dio vi benedica.

bocelli-pro-autismo.jpgl tenore realizza il sogno di un fan

Andrea Bocelli è in tour negli Stati Uniti. Il suo album "My Christmas", uscito lo scorso anno ha venduto solo negli Usa oltre 2 milioni di copie. Tra il pubblico che affollava il concerto a Boston, c'era anche George Maroun III, un bambino di 10 anni affetto da autismo, che voleva ardentemente realizzare il suo sogno: vedere dal vivo Bocelli. Grazie al suo istruttore che ha mandato una lettera al tenore il desiderio si è realizzato. 

Il sogno per George si è avverato grazie a Jeff Small, che ha scritto una lettera a Bocelli spiegando quanto sarebbe stata preziosa per il piccolo l'esperienza di vedere il suo mito esibirsi dal vivo ma le difficoltà economiche della sua famiglia non glielo permettevano. L'entourage di Bocelli, però, ha reso possibile il sogno. Seduto in prima fila George, accompagnato dai genitori, ha sorriso e seguito il ritmo durante l'intero spettacolo.

Da quando è nato il piccolo George non ha mai detto una sola parola, né "mamma", né "papa"'. Ma ogni giorno della sua vita ha ascoltato la voce di Andrea Bocelli e la sua musica lo ha aiutato a crescere e, in qualche modo, a comunicare.

"La musica del Maestro - ha spiegato la mamma di George, Kristin Maroun-  è stata magica nella vita di mio figlio. Un giorno, durante una crisi molto forte, ho messo un cd di Bocelli e lui si è calmato subito, è stato come se si fosse acceso l'interruttore della luce".

"Era semplicemente estasiato - ha commentato la madre che in tutti questi anni non si è mai persa d'animo - Il Maestro è una fonte di ispirazione, un brillante esempio di possibilità per nostro figlio. Forse capisce la lingua, forse parla solo l'italiano. Magari un giorno anche il mio George canterà nell'opera lirica". Una curiosità: i Maroun hanno cinque figli e tutti cantano Bocelli quando viaggiano in macchina con i genitori. Anche se, per il momento, non hanno idea del significato delle parole italiane cantate dal tenore.

Il 12 dicembre Bocelli sarà ospite del presidente americano Obama nel tradizionale concerto natalizio che si tiene a Washington.

 

© http://www.tgcom.mediaset.it/ - 9 dic 2010